Consigli-sulle-immagini

I consigli sulle immagini dello Studio di pubblicità

Una guida pratica e dei consigli sulle immagini per chi vuole creare una pubblicazione pubblicitaria, una brochure o altro, senza avere esperienze di grafica o di stampa. Il riciclo delle immagini Web nella stampa offset, dimensioni dpi. Quando le dimensioni contano!

Consigli sulle immagini
.
A chi fa il nostro mestiere sarà sicuramente capitato di dover chiedere le immagini da pubblicare al cliente. E sentirsi rispondere dal cliente – Usiamo quelle del sito. Oppure – Le immagini non le ho, ma puoi tirarle giù dai siti dei miei fornitori.

In genere dopo la seconda incauta affermazione, nella stanza dello Studio di pubblicità cala un silenzio raggelante. Panico e l’imbarazzo prendono il sopravvento nella mente del grafico o dell’account di turno, e adesso vi spiegheremo il perchè.

Come dicevo, la seconda frase del cliente complica notevolmente le cose. Infatti oltre al problema tecnico, subentrano implicazioni legali relative ai diritti d’autore. Tratteremo di questo in un altro articolo.

Rimanendo invece in tema, tenteremo di chiarire quando un’immagine pubblicata su Internet può essere utilizzata per la stampa offset. Può succedere con un qualsiasi progetto di comunicazione realizzato da uno studio di pubblicità o da un grafico.

Consigli sulle immagini: come usare le immagini del Web

Cominciamo col dire che il Web necessita di un minor numero di dpi* per riprodurre delle immagini anche con una notevole definizione. Situazione ben diversa per la stampa offset. Senza scendere in dettagli tecnici diremo che un numero inferiore a 250/300 dpi non è sufficiente per la stampa.

Infatti mentre al Web sono sufficienti 72 dpi per rendere immagini di grande qualità, alla stampa offset ne servono ben 300. Per semplificare, un’immagine destinata alla stampa offset è quattro volte più grande della sua gemella su Internet.

Consigli sulle immagini: un'esempio pratico

Finora abbiamo cercato di essere chiari anche per chi non lavora in uno Studio pubblicitario, o non fa il gafico di mestiere. Probabilmente un’esempio pratico risulterà di più immediata comprensione, quindi un facile calcolo che può fare chiunque è quello di dividere la dimensione dei pixel. Attenzione i pixel non i dpi dell’immagine che avremo su Internet per 118. Quindi se avremo una foto Web di 1200 pixel di base per 800 d’altezza, sapremo che in stampa la sua dimensione massima per avere una buona risoluzione sarà di cm. 10 di base per quasi 7 cm. d’altezza (pixel 1200:118 = cm.10 – pixel 800:118 = cm. 6,77…).

La prova del nove, può essere effettuata conoscendo la dimensione in cui dovremo stampare la nostra immagine e domandandoci di quanti pixel dovrà essere, moltiplicheremo allora sempre per 118 (I cm. questa volta), separatamente la base e l’altezza. Es. sapendo che devo inserire una foto in un rettangolo di cm.5 di base per cm.10 d’altezza moltiplicherò cm. 5×118 = 590 pixel e cm.10×118 = 1180 pixel. la mia foto quindi dovrà essere almeno di 590×1180 pixel.

Speriamo di essere stati sufficientemente chiari, e vi diamo appuntamento al prossimo post.


*(Dpi, Dot Per Inch – Punti per pollice. Questo è l’acronimo che viene usato per determinare la densità di punti che sarà utilizzata da un dispositivo digitale o di stampa per riprodurre un’immagine. 1 Pollice = cm. 2,54)

Altri consigli utili sull’utilizzo delle immagini:
https://www.erremmecomunicare.com/scegliere-limmagine/

Grazie per il Tuo supporto.
20